0 2 minuti 2 giorni

“Siamo molto preoccupati per il futuro della tabacchicoltura dell’Alta Valle del Tevere e saremo in prima linea al fianco dei lavoratori e delle aziende per difendere la dignità e il futuro delle nostre comunità”. E’ la dichiarazione con cui il sindaco Luca Secondi ha rappresentato stamattina la solidarietà e la vicinanza dei primi cittadini del comprensorio, intervenendo con il presidente del consiglio comunale Luciano Bacchetta all’assemblea aziendale generale dei lavoratori della filiera tabacchicola che si è svolta a Città di Castello nella sede della TTI (Trasformatori Tabacco Italia). “La recente evoluzione della contrattazione commerciale mette pesantemente in discussione le prospettive di una filiera che nella nostra vallata conta circa 2.500 addetti” ha evidenziato Secondi, nel ribadire “la necessità che il governo nazionale tuteli gli investimenti delle aziende e la condizione delle famiglie dei lavoratori, prevedendo anche i finanziamenti indispensabili alla tenuta economica del territorio”. “La filiera tabacchicola dell’Alta Valle del Tevere deve poter contare sulla certezza dei prezzi che verranno riconosciuti ai produttori e sul mantenimento dei livelli occupazionali, a garanzia del futuro di un comparto storicamente fondamentale per l’economia del territorio”, ha spiegato il sindaco, che ha chiarito: “è venuto il momento che gli esponenti politici nazionali, che nei mesi scorsi sono venuti qui, proprio nello stabilimento dove ci troviamo, a rivendicare l’impegno a tutela del comparto, diano seguito agli atti concreti a difesa della tabacchicoltura altotiberina di cui finora non si è vista traccia”.

Commenti