0 2 minuti 1 giorno

FdI è sempre stata contraria alla DAD, ed è a favore  delle lezioni in presenza, ma non basta solo affermare a parole, che si vogliono garantire le lezioni in presenza.Se ora siamo in questa situazione precaria è perchè, in due anni di tempo, non sono mai state messe in atto le misure urgenti richieste da FdI e cioè: sistemi di areazione meccanica controllata nelle aule, riduzione del numero degli alunni per classe,  limitazione del numero di studenti sui mezzi trasporto, dotazione gratuita di mascherine FFP2, tracciamento continuo tramite test rapidi salivari per  tutto il personale scolastico, effettuato da squadre preposte che, negli istituti, secondo la calendarizzazione prevista, dovrebbero effettuare i test. L’assoluta  insufficienza degli organici COVID poi, non fa che peggiorare la situazione. La notevole carenza di insegnanti che sostituiscano i colleghi contagiati o in quarantena e la mancanza di custodi che provvedano alla pulizia e all’igienizzazione delle aule, delle mense scolastiche, delle palestre come anche dei corridoi e delle scale delle nostre Scuole che, ogni giorno, ospitano bambini e ragazzi ai quali deve essere  garantita la  sicurezza dai contagi.Per fare ciò andavano assegnati subito i finanziamenti necessari affinchè le scuole potessero prorogare i contratti Covid e non pensarci solo a metà anno scolastico. E poi ci sono gli insegnanti, i dirigenti e il personale scolastico, che non finiremo mai di ringraziare perché, con il loro lavoro in prima linea, ogni giorno, fra contagi, Did, Dad, quarantene e protocolli inadeguati, consentono alle Scuole di restare aperte.

Commenti