0 3 minuti 2 mesi

Piccoli e grandi lungo le sponde del Tevere per imparare le buone pratiche di vita. Sono stati un successo negli scorsi giorni i progetti “Sport, natura e cittadinanza attiva” e “Sprint fishing” promossi dalla Federazione italiana pesca sportiva, attività subacque e nuoto pinnato (Fipsas) in collaborazione con il I Circolo Didattico e l’Università della Terza Età di Umbertide.
Il progetto “Sport, natura e cittadinanza attiva” è un progetto di Fipsas promosso insieme a Sport e Salute e approvato dal Ministero dell’Istruzione che ha come oggetto la promozione della pratica sportiva della pesca a favore dei giovani, puntando sui principi di sano sviluppo, la diffusione della regolare attività motoria, l’adozione di uno corretto stile alimentare e, più in generale, di uno stile di vita corretto a contatto con la natura.


Il progetto “Sprint fishing”, già approvato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, è centrato sull’impatto dell’attività di pesca sportiva all’aperto in relazione alla prevenzione della fragilità nel over 65. Punta a rafforzare la cultura del volontariato rivolto alla tutela e alla valorizzazione dell’ecosistema.
Queste le location in cui sono avvenute le attività: la serra comunale “Orti Felici”, il campo gara del fiume Tevere, il piazzale della scuola primaria di Pierantonio e il centro didattico dei laghi di Faldo.
I progetti hanno visto coinvolti tutte le bambine e tutti i bambini della scuola primaria “Giuseppe Garibaldi” e della scuola primaria di Pierantonio per un totale di 320 studenti, insieme a circa 40 pescatori over 65.


Una delle attività principali è stata una didattica approfondita su elementi di ecologia fluviale, attraverso lezioni di educazione civica e di attività sportiva. I bravissimi tecnici federali hanno messo a disposizione specifiche attrezzature, tra cui il “Kit macrobenthos” che permette un interazione tra i ragazzi e gli organismi che vivono in stretto contatto con il fondo del fiume Tevere oltre a un laboratorio di educazione civica “Raccolta oggetti dimenticati” e uno dedicato all’attività sportiva “Pesca magnetica a roubasienne”. Senza dimenticare lezioni storiche e i incontri con i ragazzi della serra comunale per disabili “Orti felici” per approfondire le tematiche inerenti la coltivazione degli ortaggi e i loro benefici a livello alimentare.


Alle attività hanno preso parte il sindaco Luca Carizia, la vicesindaco Annalisa Mierla, il presidente regionale di Fipsas Vanni Giorgioni, il presidente provinciale Attilio Tilli, i consiglieri federali Claudio Nolli e Bruno Dotto, la dirigente del I Circolo Didattico Silvia Reali, il presidente dell’Università della Terza Età di Umbertide Corrado Baldoni, i tecnici federali Angelo De Pascalis, Roberto Colonni, Massimo Roccetti, Leonardo Carrucci e Laura Barluzzi, lo storico del Tevere Sandro Zucchini e i collaboratori Paolo Brunetti, Alvaro Panicale e Christian Nardelli.

Commenti