0 2 minuti 1 settimana


I Carabinieri della Compagnia di Bibbiena nelle ultime ore hanno intensificato l’attività di controllo del territorio soprattutto con la finalità di prevenire furti in abitazione, con massima attenzione alle zone meno frequentate e più isolate dei centri urbani della giurisdizione.
I lavori sulla S.R. 71 poi, i volumi di traffico veicolare aumentati essenzialmente per spostamenti di natura professionale, ha imposto ulteriormente di aumentare anche l’attività a salvaguardia della sicurezza stradale, con un più rigido monitoraggio delle condotte pericolose alla guida. Soprattutto quelle concernenti le dipendenze da alcool e droga.


In tal proposito, sono tre le persone denunciate per guida in stato di ebbrezza da parte dei Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile e della Stazione di Rassina, una donna e due uomini residenti nella vallata, di età compresa tra i 35 e i 45 anni. I valori di alcool riscontrati, di molto superiori ai limiti consentiti. In due casi, uno degli uomini e la donna, avevano provocato incidenti, che solo per una fatalità non hanno avuto conseguenze drammatiche.


Altri due utenti della strada sono stati segnalati come assuntori di sostanze stupefacenti. Trovate nelle loro disponibilità quantità di cocaina per uso personale. Si tratta di un 32enne e un 50enne residenti nella zona, controllati dai Carabinieri di Chiusi della Verna e di Badia Prataglia.
Nell’ambito della vasta attività di prevenzione, due uomini originari del Marocco sono stati infine denunciati per ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello Stato, ancora una volta dai Carabinieri di Badia Prataglia, impegnati nel monitoraggio dei transiti tra l’Emilia Romagna e la Toscana, a ridosso del passo dei Mandrioli, al vaglio dell’Autorità amministrativa la loro posizione.
Le persone sottoposte ad indagini si presumono innocenti.

Commenti