METAMORFOSI: la letteratura si fa teatro al Teatro G. Papini di Pieve Santo Stefano. Il 5 marzo ore 21.00 in scena. Odissea dieci, di fame e d’amore l’uomo vive, l’uomo muore di Diesis Teatrango

Data:

Laboratori Permanenti prosegue il lavoro sul territorio della Valtiberina Toscana e avvia la rassegna Metamorfosi – La grande letteratura si fa teatro presso il Teatro Comunale Giovanni Papini a Pieve Santo Stefano, organizzatain collaborazione con l’Amministrazione Comunale.

La rassegna è pensata in armonia con l’attitudine della città da poco insignita come Città che legge; gli spettacoliofferti hanno tutti come fulcro il libro, le grandi storie, la letteratura trasposta a teatro, perché è la letteratura che ci consegna la mappa dei sentimenti, che ce li fa riconoscere e nominare, e dunque ancor più forte il teatro che a essa si ispira.

L’appuntamento è il 5 marzo alle ore 21.00 con lo spettacolo Odissea dieci, di fame e d’amore l’uomo vive, l’uomo muore di Diesis Teatrango. Unprogetto di e con il giovane Matteo Pecorini, allestimento scenico Eliana Martinelli e le musiche eseguite dal vivo di Tommaso Ferrini chitarra, tastiera.

Si tratta di uno spettacolo dalla forma narrativa e performativa aperta, in cui l’interprete adopera tre diversi linguaggi (il racconto, il reading e la recitazione) per far rivivere uno dei capitoli forse più suggestivi e conosciuti del classico omerico: il Canto X, dove si narra del viaggio che porta Odisseo all’incontro con Circe. Molti gli spunti di riflessione: la diffidenza, la paura, l’incomprensione, la lontananza fisica come condizione imposta da forze al di sopra dell’uomo, ma anche l’accoglienza, la curiosità, la compassione, l’amicizia… Tra tutti questi temi, si ergono in maniera preponderante quello della Fame e dell’Amore, ed è su queste due potenti spinte universali che si costruisce e si articola l’intero spettacolo. Ogni riferimento guida lo spettatore verso una riflessione viva sui nostri giorni e rilancia l’attenzione sul valore che diamo ai nostri compagni di viaggio nel perseguire una salvezza collettiva, rinunciando alla spinta famelica di una conquista squisitamente individuale.

Il 6 marzo alle ore 10.30 lo spettacolo sarà replicato per le scuole di Pieve Santo Stefano.

Commenti

Share post:

spot_imgspot_img

Popular

More like this
Related