Città di Castello: Vinosanto e alta valle del tevere: gli effetti del cambiamento climatico su una tradizione locale secolare

Data:

Vinosanto e alta valle del tevere: gli effetti del cambiamento climatico su una tradizione locale secolare, è questo il titolo della ricerca ideata dal Liceo Europeo San Francesco di Sales selezionata per il Concorso Senato Ambiente promosso dal Senato della Repubblica. Il progetto, portato avanti dalla classe III liceo, si svolge sul modello dell’indagine conoscitiva del Senato per far luce su un aspetto di interesse ambientale legato al nostro territorio. Lo scopo è quello di acquisire dati, documenti e informazioni in merito alle criticità legate alla produzione del Vinosanto dell’Alta Valle del Tevere, prodotto enogastronomico che affonda le sue radici nella storia e nella cultura locale. Gli obiettivi sono quelli di valutare gli effetti attuali e futuri del cambiamento climatico sulla coltivazione delle uve utilizzate per la produzione del Vinosanto e di promuovere il connubio tra il Vinosanto e lo slow tourism. Infatti, valorizzando l’enogastronomia locale e la ricca tradizione vinicola di Città di Castello si punta a creare un legame profondo tra il territorio, la produzione del Vinosanto e i viaggiatori interessati a un turismo più sostenibile.

La partecipazione a questo prestigioso concorso di interesse nazionale – aggiunge la docente referente del progetto Deborah Martinelli – vuole essere un’opportunità per avvicinare le nuove generazioni alla conoscenza di tradizioni e professioni del passato altotiberino, che costituiscono un patrimonio culturale che rischia di essere dimenticato e un’occasione per sperimentare una metodologia didattica innovativa basata sui principi del Project Based Learning. Sono stati e saranno coinvolti: il Prof. Alberto Palliotti del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali dell’Università degli Studi di Perugia in qualità di massimo esperto in viticoltura, ARPA Umbria (Agenzia Regionale per l’Ambiente), Produttori del consorzio di tutela del Vinosanto da uve affumicate dell’Alta Valle del Tevere (Fondazione Slow Food), Istituto Agrario Patrizi in qualità di produttore di Vinosanto, Comune di Città di Castello con un’intervista al Sindaco e con una riunione della Commissione Assetto del Territorio. Entro la fine dell’anno scolastico la Commissione mista Senato-Ministero dell’Istruzione procederà alla selezione dei progetti vincitori. In ogni caso alla classe, grazie al superamento della prima selezione, saranno riconosciute 45 ore di PCTO con il Senato.

Crediamo molto in questo progetto – aggiunge il professor Fabrizio Forni referente del progetto – sia per valorizzare il prodotto locale, sia per far vivere un’esperienza originale e molto formativa ai ragazzi che potranno affrontare in prima persona e non solo in teoria le dinamiche e le modalità di azione di enti locali e organi costituzionali. Grande è la soddisfazione di tutta la comunità scolastica per il lavoro fin qui svolto afferma il Dirigente Scolastico. Simone Polchi. Sotto la guida dei professori Deborah Martinelli, Fabrizio Forni e Simone Cistellini gli studenti coinvolti sono: Belardinelli Ludovica, Biagioli Chiara, Brugoletta Gianni, Bruschini Gaia, Camilleri Biocchini Jennifer, Carobini Leone, Capanni Veronica, Cecconi Elisa, Chbab Alae, Dozzini Matilde, Farrer Daisy, Gnoni Annalisa, Lorenzini Sofia, Luchetti Benedetta, Monaldi Micol, Moretti Agnese, Nesci Sofia, Orecchiuto Lidia, Pecorelli Livia e Putzolu Sofia. La prossima settimana i ragazzi accompagnati dagli insegnanti referenti del progetto saranno protagonisti, mercoledi 28 Febbraio, alle ore 17,15, della seduta della Commissione Assetto del Territorio, presieduta dal consigliere comunale Massimo Minciotti, per presentare nel dettaglio il loro lavoro alla presenza del sindaco, Luca Secondi, dell’assessore al Turismo e Commercio, Letizia Guerri, all’ambiente, Mauro Mariangeli.

Commenti

Share post:

Subscribe

spot_imgspot_img

Popular

More like this
Related