San Giustino: Incontro pubblico su E78 e infrastrutture a Lama, tanta partecipazione e protagonismo della comunità

Data:

Il candidato sindaco di “San Giustino Partecipa” Stefano Veschi: «Il completamento della E78 è un tema importante per il nostro territorio: continueremo a favorire la partecipazione dei cittadini, organizzando assemblee pubbliche per informazione e confronto»

Martedì 27 febbraio, presso le ex scuole di Lama in via Nuova (attuale sede della Banda di Lama), si è tenuto l’incontro pubblico “Infrastrutture, territorio, sviluppo. E78: approfondire per comprendere”, incontro che ha visto tanta partecipazione da parte della comunità.
«L’assemblea è stata organizzata da “San Giustino Partecipa” – ha dichiarato il candidato sindaco Stefano Veschi – ed è stata pensata per discutere con i cittadini sul tema che lega infrastrutture, territorio e sviluppo economico con al centro la questione del completamento della E78». «Sono molto contento della grande partecipazione che c’è stata – ha aggiunto Stefano Veschi – e anche dei contributi che i cittadini hanno portato alla discussione.

Sono venuti all’iniziativa anche dei residenti del Comune di Mercatello. Sull’apertura al traffico della galleria “Guinza”, abbiamo ribadito la nostra soddisfazione per l’adeguamento, ma restano delle criticità importanti: non può essere la strada provinciale 200, per la quale ovviamente è da escludere il transito dei mezzi pesanti, a rappresentare il collegamento della E78 tra la parte toscana e quella umbra, una strada che presenta alcune frane e diverse strettoie e che dovrebbe sopportare il passaggio di duemila auto al giorno, un problema enorme per i cittadini residenti. Per quanto riguarda il tracciato della E78, abbiamo chiarito che siamo favorevoli al suo completamento ripartendo dall’accordo di corridoio del 2022 fra i comuni di Città di Castello, San Giustino e Citerna, accordo sostenuto con forza e definito “storico” dallo stesso assessore regionale umbro Melasecche. Di sicuro va scongiurato un tracciato non condiviso né dai comuni, né dalla Regione Umbria, che passa a nord dell’abitato di Selci Lama in corrispondenza degli scavi archeologici di Colle Plinio. «Il completamento della E78 è un tema di grande importanza per il nostro territorio – ha concluso Stefano Veschi – e per questo manterremo alta l’attenzione, continuando a favorire la partecipazione dei cittadini con assemblee ed iniziative pubbliche».

Commenti

Share post:

Subscribe

spot_imgspot_img

Popular

More like this
Related