Gli appuntamenti C.A.I. di domenica 31 marzo.

Data:

Dopo il trekking letterario alle cinque Terre, da Monterosso a Corniglia e l’uscita in Val d’Orcia, il CAI tifernate continua a proporre un ricco calendario che abbraccia una varietà di attività: dall’escursionismo all’alpinismo e al cicloescursionismo. Infatti Domenica 31 marzo sono previste tre uscite.
Quella escursionistica si svolgerà nell’Appennino Umbro-Marchigiano. Il percorso ha inizio dalla frazione di Leccia (m.470) nel comune di Serra Sant’Abbondio fino a raggiungere il panoramico crinale e la cima del Monte della Strega (m.1278). Il tragitto offre splendide vedute dal lato ovest sul Monte Catria, Fonte Avellana, la Valle di Norcia, il Monte Cucco e Motette mentre ad est sul Parco Naturale Gola della Rossa – Frasassi e il Monte San Vicino.
Per l’attività alpinistica si riconferma il consueto appuntamento annuale “Dove l’escursione diventa avventura – Via normale della Grande Cengia – Balza della Penna – Monte Montiego” . La Balza della Penna si trova poco dopo il paese di Piobbico (PS) ed è l’imponente parete sud del Monte Montiego (m. 975) di fronte al Monte Nerone (m. 1.525). Si tratta di una salita alpinistica di stampo decisamente classico percorribile sull’Appennino Marchigiano. L’escursione si sviluppa dapprima su sentiero e poi su percorso alpinistico attrezzato, seguendo l’evidente cengia che attraversa orizzontalmente tutta la parete sud della Balza della Penna. Gradualmente poi la cengia si fa parete sempre più ripida con tratti di arrampicata più impegnativi fino a raggiungere la cima vera e propria della Balza della Penna. A Paolo Castellani e Ennio Tenti va il merito di avere attrezzato questo itinerario alpinistico di stampo decisamente classico e percorso dallo stesso Castellani, con l’inseparabile compagno di cordata Alessandro Vampa, nel 1966.
Per gli appassionati/e di Cicloescursionismo, sempre domenica 31 marzo avrà luogo l’ Intersezionale con il CAI di Sansepolcro. Il percorso, tra i più belli paesaggisticamente, si svilupperà ad anello percorrendo il seguente itinerario: Sansepolcro – Germagnano – Spinella –Biforca – Traforata – Eremo Cerbaiolo – Madonnuccia il Monte-S. Pietro – Varuccio – Sansepolcro in un ambiente collinare, montano per circa 5 ore. Difficoltà TC/MC – Ritrovo Porta Fiorentina a Sansepolcro ore 8,30. Direttori: Giovanni Czortek (Sansepolcro) – Antonello Massimo Alunni (Città di Castello). A ciascuno la sua escursione!

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Share post:

Subscribe

spot_imgspot_img

Popular

More like this
Related