“Inventiamo il nostro spazio”: altra bella iniziativa organizzata dalla “palestra delle emozioni”

Data:

L’associazione Palestra delle Emozioni Odv ha concluso positivamente il primo ciclo del progetto “Costruisci la tua libertà”, incontrando nel teatro della Parrocchia di San Pio X alcuni giovani, accompagnandoli alla scoperta del proprio mondo emotivo attraverso attività di gruppo ed esperienze basate su immagini e narrazioni da loro stessi prodotte, disegnando, scrivendo, narrando e fotografando.
Viene ora proposta la tre giorni residenziale a Montemaggiore denominata “Inventiamo il nostro spazio” nella quale i partecipanti saranno ospiti anche in questo caso della Parrocchia di San Pio X, che laicamente offre i propri spazi alla comunità.
L’esperienza inizierà venerdì 6 settembre alle ore 10 e si concluderà domenica 8 settembre con l’esposizione dei risultati ed il pranzo delle ore 13.
La proposta è rivolta a non più di 20 studenti della scuola media e del biennio delle superiori, a cui si aggiungeranno 4 adulti con il ruolo di animatori specializzati (che potranno essere affiancati da studenti del triennio e dei corsi universitari pedagogici, per i quali sono previsti crediti formativi).
La quota di partecipazione di 30 euro copre soltanto il costo della struttura ed il ricavato verrà devoluto per la costruzione di una scuola a Mudiri (Repubblica Democratica del Congo) che sarà realizzata nel mese di agosto dall’associazione Zuki e che accoglierà oltre 500 bambini e ragazzi: l’associazione Palestra delle Emozioni si farà invece interamente carico delle spese per tutte le altre spese (personale, vitto, materiali, ecc.).
Per info ed iscrizioni (entro il 15 luglio): associazione Palestra delle Emozioni Odv – http://www.palestradelleemozioni.it – Pagina FB – tel. 075/8526039.
Nel corso di questo campo estivo i ragazzi potranno fare esperienza di sé stessi in relazione agli altri in un ambiente naturale, così da mettere a fuoco ciò che esiste intorno a loro e quanto tutto sia brulicante di vita e di progetti apparentemente a loro estranei nei quali essi possono invece riconoscersi come parte delle bellezze del Creato.
Tre le tappe previste: esplorazione dell’ambiente naturale, sociale e relazionale; incontro della storia degli altri in risonanza con la propria; costruzione del “noi” attraverso la conoscenza dell'”io” e del “tu” dentro uno spazio fisicamente riconoscibile che rispecchia l’interiorità profonda di ognuno. Il tutto attraverso attività ludiche che raccolgano dati ed esperienze su cui i giovani potranno continuare a lavorare nei mesi successivi, all’interno di nuove proposte.
La finalità è quella di mettere al mondo il proprio mondo perché la vita si inventa e si costruisce insieme, su trame ordinate che celano significati differenti ma sempre in relazione fra loro.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Share post:

Subscribe

spot_imgspot_img

Popular

More like this
Related