Tari: il comune rimborsa le spese fino a 9500 euro di Isee. Le domande entro il 22 novembre 2019

Data:

Confermate anche per il 2019 le agevolazioni sulla Tari per i tifernati in condizione di disagio economico e sociale. Nel 2018 erano stati 130 i soggetti, con un Isee inferiore a 8.500 euro, a cui l’Amministrazione comunale di Città di Castello aveva erogato un rimborso tra 130 euro e 180, a seconda del nucleo familiare. Confermato anche il plafond finanziario in 20mila euro, sufficienti a coprire le domande con i requisiti in regola, almeno per le annualità già liquidate. Naturalmente ci sono alcuni requisiti da rispettare per accedere all’attribuzione di questo vantaggio economico: in primo luogo essere residenti a Città di Castello, essere in regola con i pagamenti pregressi della Tari ed avere un’utenza domestica. “Abbiamo ritoccato l’Isee passato da 8.500 euro a 9.500 perchè alla fine della graduatoria avevamo ancora disponibilità” spiegano dall’Amministrazione comunale “ll quadro di questi ultimi anni è preoccupante soprattutto per i riflessi della crisi economica, in particolare nei confronti di chi è più vulnerabile e richiede un sistema di protezione sociale che garantisca livelli di assistenza e percorsi inclusivi che possono protrarsi anche per lunghi periodi. La nostra azione è sempre stata guidata verso un’elevata qualità, coesione sociale e per un sostegno inclusivo, che, sulla scorta di dati dei servizi sociali, abbiamo indirizzato verso il numero crescente di famiglie che si trovano in difficoltà nel pagamento delle varie utenze e abbiamo inciso laddove il tributo era locale”. Il rimborso riguarderà le somme sostenute per la tassa rifiuti (TARI) relative all’anno 2018 agli aventi diritto, sarà concesso sino a un massimo di 130,00 euro per nuclei familiari fino a tre componenti e 180,00 per nuclei familiari da quattro a più componenti, fino all’esaurimento delle risorse stanziate sulla base di un’apposita graduatoria, formulata tenendo conto della fascia Isee in ordine crescente. Per accedere al rimborso è necessario fare domanda su apposito modello in distribuzione gratuita presso gli uffici comunali: URP (Ufficio Relazioni con il Pubblico), Ufficio Tributi, Ufficio Amministrativo Politiche Sociali, Uffici della Cittadinanza, Delegazione Comunale di Trestina. Avviso e modulo per la domanda sono pubblicati anche nel sito istituzionale del comune www.cittadicastello.gov.it a questo link. Le domande dovranno pervenire al Comune di Città di Castello via PEC o per raccomandata con avviso di ricevimento o consegnata a mano all’Ufficio Protocollo del Comune entro e non oltre il 22 novembre 2019.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Share post:

Subscribe

spot_imgspot_img

Popular

More like this
Related

Orari dei musei comunali di Città di Castello e aperture straordinarie dal 25 al 28 Aprile 2024

I musei comunali si preparano a festeggiare il 25...

A Time Out Bruni e Benedetti

Torna Time Out. Ospiti del programma condotto da Michele...

Unitre Città di Castello, il calendario delle lezioni di fine anno accademico

 Con la fine di aprile terminano le lezioni dell’Anno...