L’Abbraccio a Silvana di Orietta e Sergio Cenci, i genitori di Leonardo, alla presentazione. del nuovo prodotto a colori di Giuliano Tartufi per la raccolta fondi di mamma-coraggio

Data:

“Il cancro è di colore nero, la mia vita è stata sempre a colori e non è certo la malattia che mi farà cambiare idea. Ecco perchè la confezione del nuovo prodotto di Giuliano Tartufi è colorata in ogni angolo: deve dare vivacità alla nostra vita, e nel mio caso deve ancora portare avanti il messaggio di lotta. Col il sorriso ma non  solo”.

Queste le parole di Silvana Benigno ai margini della presentazione ufficiale del prodotto al tartufo realizzato da Giuliano Tartufi, l’azienda di Pietralunga che da due anni ormai affianca le iniziative di raccolta fondi della cinquantenne di San Giustino. In una sala del consiglio comunale di Città di Castello affollatissima, è stato il giornalista Paolo Puletti a introdurre i motivi dell’appuntamento che anticipa di un solo giorno l’iniziativa della Lamarina, la corsa podistica internazionale più importante del centro, dove ci sarà uno stand di Silvana per la raccolta fondi da destinare alla Fondazione Ieo-Ccm di Milano grazie al prodotto al tartufo particolarmente apprezzato nell’occasione. E’ stata la stessa Silvana Benigno a spiegare subito i motivi di questo appuntamento, caratterizzato da una bellissima sorpresa per tutti: la presenza dei genitori di Leonardo Cenci, Orietta e Sergio, che mamma-coraggio ha voluto subito abbracciare poco dopo aver iniziato il suo intervento. Leonardo è stato, come ben sappiamo, uno straordinario esempio di lotta contro il cancro. L’esempio di Silvana, la sua forza, il suo sorriso, il suo carattere positivo e sempre gioviale, il messaggio indirizzato anche a chi, come lei, cerca di sconfiggere la malattia, sono state tutte parole significative che gli ospiti all’iniziativa le hanno voluto indirizzare. E così il “padrone di casa”, il sindaco Luciano Bacchetta, ha ricordato quanto fatto fino ad ora da mamma-coraggio; sono poi seguiti gli interventi sempre appassionati di don Paolino Trani, parroco di Selci, dei sindaci di San Giustino, Paolo Fratini, di Citerna, Enea Paladino, dell’onorevole Walter Verini (sempre presente al pari degli altri in occasioni organizzate da Silvana). Poi è stato il turno del consigliere regionale Marco Vinicio Guasticchi, del vice sindaco tifernate Michele Bettarelli, dell’assessore allo sport del Comune di Città di Castello Massimo Massetti, di Pietro Petruzzi, dirigente dell’Olimpic Runner di Lama che ha spiegato come la società ha accolto con grande entusiasmo il progetto di affiancare Silvana nella sua iniziativa di raccolta fondi durante la Lamarina di domani, domenica. Sempre toccanti, vere, significative e piene di amore le frasi di Donatella Lucaccioni, altra mamma-coraggio, amica di Silvana. Non poteva certo mancare il vulcanico Giuliano Martinelli, che ha spiegato con quale passione e affetto affianca le iniziative di Silvana. “Un piccolo gesto per noi, Silvana è un esempio per tutti, il suo sorriso è coinvolgente, vogliamo nel nostro piccolo aiutare lei e tutte quelle persone che si trovano a lottare ogni giorno per vincere questa battaglia. Nei prossimi giorni anche io accompagnerò all’Ieo di Milano un conoscente che ha qualche problema: conosco la realtà della struttura, come lavorano, e credo molto nella ricerca. E poi, nelle iniziative che organizzeremo con Silvana, non mancheranno certo le sorprese, a cominciare dalla prossima mostra del tartufo di Città di Castello. La Notte Bianca del tartufo di Pietralunga avrà una sua seconda edizione, dopo lo straordinario successo del debutto a giugno scorso, quando grazie alla solidarietà di tutti siamo riusciti a coinvolgere quasi 1000 persone alla cena per la raccolta fondi”. In Municipio non sono mancati gli amici veri di Silvana, quelli che da sempre sono al suo fianco. Ogni giorno, in qualsiasi momento. E Silvana, proprio per rendere omaggio a loro e non solo, ha distribuito per la sala consiliare una sua foto con un messaggio ben chiaro: “Voglio mettere tutta me stessa a servizio del prossimo, tendendo una mano a chi, come me, affronta questa dura prova, affinchè la forza di uno diventi la forza di tutti”. Applausi.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Share post:

Subscribe

spot_imgspot_img

Popular

More like this
Related

Orari dei musei comunali di Città di Castello e aperture straordinarie dal 25 al 28 Aprile 2024

I musei comunali si preparano a festeggiare il 25...

A Time Out Bruni e Benedetti

Torna Time Out. Ospiti del programma condotto da Michele...

Unitre Città di Castello, il calendario delle lezioni di fine anno accademico

 Con la fine di aprile terminano le lezioni dell’Anno...