0 3 minuti 6 giorni


Ieri sera, Lunedì 19 settembre, è stata una grande giornata per due delle candidate Toscane del “Terzo Polo di Calenda” a Sansepolcro; hanno potuto infatti presentarsi e parlare con le tante persone intervenute nella sala consiliare del comune di Sansepolcro, che hanno scelto di passare una serata all’insegna dell’informazione sul programma di quella che può essere definita la novità indiscussa a questa tornata elettorale di domenica prossima, 25 settembre: il Terzo Polo appunto, guidato da Carlo Calenda.


Le candidate, Lucia Cherici, candidata nell’uninominale collegio di Arezzo alla Camera e Benedetta Frucci, candidata nel collegio plurinominale P02 (provincie di Arezzo, Siena e Grosseto) con l’aiuto del moderatore Francesco Del Siena, nonché coordinatore di Italia Viva per la Valtiberina, si sono presentate alla cittadinanza e hanno delineato argomenti importanti per il territorio della Valtiberina, visti però anche in un’ottica sia nazionale ma anche europeista.
Si è parlato di Sanità con l’attenzione sull’Ospedale di Sansepolcro, di infrastrutture con E45, E78 e ferrovia, che ormai da anni non è più attiva nel capoluogo della Valtiberina, per poi arrivare a parlare della Diga di Montedoglio e della sua strategicità per il territorio, sia in ambito agricolo, ma potenzialmente anche in ambito turistico.

Vbb
Con chiarezza e determinazione, armate di un pragmatismo ben distinguibile, hanno enunciato i punti salienti del programma, partendo dalle emergenze nazionali e internazionali, come l’Energia, il Gas, l’Economia, puntando poi l’attenzione sui giovani, la scuola e il lavoro, con riferimenti anche diretti alle piccole medie imprese del territorio Valtiberino.


Non sono stati tralasciati poi temi sociali, come, ad esempio, poter modificare il reddito di cittadinanza, per offrire il giusto aiuto a chi si trova momentaneamente in difficoltà, ma senza che la misura rimanga solo di tipo assistenziale, gravando dunque il meno possibile sulle casse dello stato, parlando poi di rispetto di genere e di pari opportunità.
Sono intervenuti anche il coordinatore di Azione di Sansepolcro, Michele Gentili che è anche Responsabile regionale della comunicazione del partito di Calenda, Nicolò Canicchi referente locale per Italia Viva, oltre ad ex sindaci di Sansepolcro e altri volti noti della politica locale e provinciale che hanno animato il dibattito.
Con loro presenti in sala anche giovani del territorio, che hanno ascoltato con attenzione i relatori, soprattutto sui temi dell’università, sull’alternanza scuola-lavoro, sulla legge n. 194/78 e sui diritti civili.
Se

Commenti