0 4 minuti 1 settimana

GROSSETO 1 – 2 AC CITTA’ DI CASTELLO

GROSSETO: Lazzari, Crivellaro, Luzzetti, Bramati (65’ Carannante), Cipolletta, Ciolli, Battistoni (61’ Veronesi), Martino, Scaffidi (65’ Mirzojan), Tripicchio (65’ Di Bonito), Rotondo. A disp: Scognamiglio, Panza, Fioravanti, Tiberi, Cesaroni (allenatore: Liguori)

AC CITTA’ DI CASTELLO: Nannelli, Mariucci, Paparusso, Pauselli (58’ Mosti), Gorini (77’ Massai), Brunetti, Grassi, Buono, Meneses (81’ Doratiotto), Calderini (90’ Tersini), Sylla (55’ Pupo Posada). A disp: Aluigi, Sannia, Mezzasoma, Mussi (allenatore: Alessandria)

MARCATORI: G: Rotondo (54’); CDC: Calderini (60’, R), Grassi (64’)
AMMONITI: G: Crivellaro (22’ + 59’), Cipolletta (44’); CDC: Gorini (53’)
ESPULSI: G: Crivellaro (59’)

ARBITRO: Simone Caruso (sez. Viterbo); 1° assistente: Francesco Quattrotto; 2° assistente: Andrea Varisano

Allo stadio “Zecchini” di Grosseto si disputa la 3° giornata di campionato di serie D gir. E fra Grosseto e AC Città di Castello. Subito brividi per il Città di Castello: al 2’ Scaffidi di testa colpisce l’incrocio dei pali. Al 9’ punizione per il Città di Castello dal limite dell’area: batte Gorini, la conclusione si infrange sulla barriera. Al 16’ punizione per il Grosseto da posizione centrale: sul punto di battuta va Bramati, la palla colpisce la barriera. Al 33’ occasione per il Città di Castello: Pauselli servito da Buono entra in area e prova la conclusione, Lazzari blocca. Un minuto più tardi Calderini dalla sinistra cambia gioco su Pauselli che prova di prima a mettere in mezzo, esce il portiere grossetano. Al 36’ contropiede pericoloso dei tifernati: Meneses recupera palla a centrocampo, il Città di Castello si trova 3 contro 2, il numero 9 tifernate serve Calderini che prova la conclusione, la palla sfiora l’incrocio dei pali. Si chiude sullo 0 a 0 il primo tempo. Succede tutto nella ripresa: al 54’ la palla arriva a Nannelli che blocca a terra, interviene su di lui Rotondo, per l’arbitro è tutto regolare, la palla esce dalle mani di Nannelli e il numero 11 toscano conclude in rete (1-0). Al 60’ il Città di Castello raddrizza la partita: contropiede in combinazione Pupo Posada-Calderini: il numero 10 tifernate si trova davanti al portiere, da dietro interviene su di lui Crivellaro che lo atterra, l’arbitro decreta il calcio di rigore. Per Crivellaro espulsione per doppia ammonizione. Calderini sul punto di battuta, mette la palla potente sotto la traversa e sigla il gol del pareggio (1-1). Al 64’ Calderini riceve palla sulla sinistra, arriva in fondo e mette la palla al centro per Grassi che conclude verso la porta e sigla il gol del vantaggio (1-2). Si chiude sull’1 a 2 la 3° giornata di campionato.
La dichiarazione di mister Alessandria: “noi oggi dovevamo fare la nostra partita, avevamo bisogno di certezze perché domenica scorsa, per colpa nostra, abbiamo buttato via due punti preziosi. Oggi dovevamo dare un segnale in primis a noi stessi, siamo una squadra che ha un buon organico e che vuole fare bene. Siamo soddisfatti perché la vittoria di oggi era importante, non tanto per la classifica quanto per il morale e per farci prendere consapevolezza dei nostri mezzi”.

Commenti